MEET US

++ Soon ++

18 FEBBRAIO – 4 GIUGNO 2017 | Zoe, MUVE_Fondazione Musei Civici di Venezia e Apptripper
“JHERONIMUS BOSCH E VENEZIA” Mostra a Palazzo Ducale – Appartamento del Doge, a cura di Bernard Aikema.

“Jheronimus Bosch e Venezia” co-prodotta dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e dal Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia, con il patrocinio del Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona, presenta i tre capolavori boschiani custoditi in laguna: “Il martirio di santa Ontocommernis” (Wilgefortis, Liberata), “Tre santi eremiti” e “Paradiso e Inferno” (Visioni dell’Aldilà), a seguito della recente campagna di restauri condotta dal Bosch Research and Conservation Project (brcp) e dalla Fondazione Getty di Los Angeles.
Esposte in mostra anche altre 50 opere di contesto provenienti da importanti collezioni internazionali pubbliche e private – dipinti tra gli altri di Jacopo Palma Il Giovane, Quentin Massys, Jan Van Scorel, Joseph Heintz, disegni e bulini straordinari di Dürer, Bruegel, Cranach e Campagnola, bronzi e marmi antichi, preziosi e rari manoscritti e volumi a stampa Il percorso espositivo conduce i visitatori a scoprire una Venezia del Cinquecento che, accanto al classicismo tizianesco e al lirismo tonale, inseguiva una passione dotta per il tema del sogno e delle visioni oniriche; chiarisce i collegamenti tra le Fiandre e uno dei più raffinati e colti protagonisti della scena veneziana, il Cardinale Domenico Grimani che qui volle i capolavori dell’artista; mostra le connessioni di questo ambiente culturale con la cabala ebraica e la cultura giudaica in generale; rievoca i salotti e le straordinarie collezioni che a Venezia diventavano luogo e occasione di discussioni e scambi d’opinione, di natura filosofica e morale.

Social media strategy and communication by ZOE

About the exhibition

Virtual & augmented reality by Apptripper 

 

++ Soon ++

18 DICEMBRE 2016 – 22 GENNAIO 2017 | Zoe, Stefano Bolcato & Fonderie Culturali
“PEOPLE. DA PIERO DELLA FRANCESCA A WARHOL, L’ARTE AL TEMPO DEI LEGO”

La mostra personale di Stefano Bolcato consta di sette dipinti olio su tela e del video “Empty Walls”, testimonianze della personale ricerca e azione performativa dell’artista, fra i pochi ad avvalersi di un linguaggio pittorico assimilabile al mondo LEGO.
Partendo dai modellini del popolare gioco di costruzioni, Bolcato si diverte a sovvertirne le regole proposte nelle istruzioni di montaggio e a reinterpretare alcuni celebri capolavori della storia dell’arte, realizzati da artisti come Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci, Andy Warhol, Vincent Van Gogh.
L’evento ideato da ZOE e Fonderie Culturali, istituisce un confronto tra i sette ritratti e la collezione permanente del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, riproponendo il Museo nell’accezione originaria del termine, il luogo delle Muse, spazio dedito non solo alla conservazione ma anche alla valorizzazione, luogo vivo presso il quale ritrovare l’identità a partire dal patrimonio culturale.
La Mostra, oltre a stimolare la curiosità dei visitatori, vuole promuovere la sperimentazione e ibridazione dei linguaggi, offrire nuovi spunti per avvicinarsi all’arte, interferire nella esposizione museale e riattivare racconti e stimoli soprattutto attraverso il gioco, un gioco molto serio. Attraverso il linguaggio pop, l’artista mantiene viva l’attenzione attorno al patrimonio e crea, nella mente dello spettatore, un universo immaginario dove convivono, armonicamente, aspetto ludico e didattico.

About Stefano Bolcato

About Fonderie Culturali

About Museo Archeologico Provinciale di Salerno


++ Soon ++

10 DICEMBRE 2016 | Zoe, Alberto Di Fabio & Collana d’Arte Fili d’erba – Di Felice Edizioni
PRESENTAZIONE LIBRO “NEI CIELI DELLA MENTE”

Sabato 10 dicembre, alle ore 17.30, nello studio romano dell’artista, verrà presentato il libro Nei cieli della mente di Alberto Di Fabio, con testo a cura di Mattia Andrès Lombardo (Di Felice Edizioni, 2016). Si tratta del primo racconto scritto dall’artista che uscirà come quarto volume della collana d’arte Fili d’erba diretta dal critico Alessandra Angelucci per la Di Felice Edizioni. Una collana che pone particolare attenzione a quell’aspetto che spesso, nel mondo dell’arte, passa in secondo piano rispetto all’opera d’arte stessa: la voce di chi crea, di chi in un gesto ha immortalato un’esistenza. Un racconto, quello di Alberto Di Fabio, suddiviso in quattro capitoli (Corpo astraleLa montagnaCristallo di terraVortici di memoriaL’isola), in cui egli dà voce al suo sentire immerso in un’aura di sogno.

«Mi piace pensare ad Alberto Di Fabio – scrive Alessandra Angelucci nella prefazione – come ad un musicista, un occhio dello spirito sempre in ascolto, pronto a tradurre sulla tela le cromie dei suoi paesaggi della mente: le montagne, le rocce, il cielo, l’orizzonte, il mare come segni di un dio presente e misterioso. I suoi paesaggi sono veri geroglifici di una corteccia visiva in cui l’osservatore può riconoscere il mistero del Cosmo, i cortocircuiti delle sinapsi, la consistenza eterea di una natura che l’artista vive come luogo sacro. Potremmo considerare le sue opere come pagine di un immenso libro dell’aria, vere sinfonie in cui la levità del segno traduce la musica che genera l’universo, in quella leggera danza in cui suoni e colori si muovono su binari simili e paralleli».

About Alberto Di Fabio

About Di Felice Edizioni – Collana Fili d’Erba

 

++ Soon ++

25 NOVEMBRE 2016 | Zoe & AIAC
CONVEGNO “PAESAGGI, PROGETTI E NUOVI RACCONTI PER LE AREE ARCHEOLOGICHE” NELL’AMBITO DEL “CENTENARIO ROMA MARITTIMA 1916 – 2016” 

La manifestazione, organizzata da AIAC Associazione Italiana di Architettura e Critica e PresS/Tfactory, CCN Lido di Roma, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Roma e provincia e FIABA Onlus, gode del Patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, del Consiglio Regionale del Lazio, delle Biblioteche di Roma e del Comune di Fiumicino ed è volta alla valorizzazione di aree e poli strategici del Lido di Ostia e del Portus di Fiumicino, già affaccio di Roma sul Mediterraneo.
Architetti, studiosi, storici, professori, personalità politiche, ma anche studenti e cittadini, si alterneranno dal 23 al 27 novembre tra convegni, visite guidate e workshop:Claudia Ferrini tra i relatori del convegno “Paesaggi, progetti e nuovi racconti per le aree archeologiche” che si terrà nella Sala Riario del Borgo di Ostia Antica, presenterà “L’intervento di Edoardo Tresoldi a Siponto”. 

Scarica il programma del convegno

About AIAC (Associazione Italiana di Architettura e Critica) & PresS/Tfactory

 

++ Soon ++

28 OTTOBRE 2016 | Zoe & Alberto Di Fabio OPEN STUDIO

In occasione della prima edizione di RAW Rome Art Week,  la settimana dell’arte contemporanea a Roma (24\29 ottobre), ZOE e Alberto Di Fabio* sono lieti di invitarvi a SO.SPEN.SIO.NE – Open Studio venerdì 28 ottobre  dalle ore 17,00 alle 23,00 via Montecuccoli 11/C, 00176 Roma

*Alberto Di Fabio vive e lavora tra Roma e New York. LATEST PERSONAL EXHIBITION Cosmic Gate, Museo Porta Degli Angeli, Ferrara 11 giugno – 31 luglio 2016 GeograficaMente, MART Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Rovereto 27 marzo – 24 maggio 2016 CosmicaMente, MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Roma 2 ottobre – 10 gennaio 2016 Immagini, Ambassade d’Italie, Parigi 12 dicembre 2015 Alberto di Fabio, Gagosian Gallery, Geneva, Svizzera 2014 Alberto Di Fabio per Sant’Elmo, Galassie sul Castello, Napoli Castel Sant’Elmo 2014

Consulta il calendario degli eventi di RAW

About Alberto Di Fabio

 

++ Soon ++

14/17 OTTOBRE 2016 | Zoe at ArtVerona Art Project Fair – i7 spazi indipendenti

Zoe partecipa ad Art Verona | Art Project Fair tra gli espositori di i7 – spazi indipendenti* con un progetto ispirato al principio di “fiera espansa”. Attraversando i sensi e il corpo fenomenologico e sociale della città, si articolerà in un mosaico urbano affidato all’azione dell’artista Alberonero. Talk di presentazione domenica 16 ottobre h.16,30 (arena comune, padiglione 12).
*i7 spazi indipendenti è un format a cura di Cristiano Seganfreddo che coinvolge realtà indipendenti attive nell’ambito della cultura e dell’arte contemporanea (associazioni, collettivi, organizzazioni no profit) promuovendo la condivisione di idee e la progettazione allargata nell’ottica di una “sharing art”.

Consulta il catalogo di Art Verona

Accrediti online

About Alberonero